Il 19 gennaio 2017 si è svolta, presso il Cinema Teatro Stimate di Verona, la finale del 10° Concorso provinciale “Altre Sequenze 2016”, indetto dal Centro Sportivo Italiano di Verona.

Tutti noi almeno una volta nella vita ci siamo chiesti: “Sono prezioso per qualcuno?” e i ragazzi disabili dei centri diurni appartenenti alle tre ex ULSS, 20, 21 e 22, ora accorpate nell’unica ULSS 9 Scaligera, hanno avuto l’occasione di rispondere alla domanda con l’aiuto di educatori, operatori, volontari e studenti di alcune scuole secondarie veronesi, attraverso l’ideazione di cortometraggi della durata massima di 12 minuti. Lo slogan che ha caratterizzato la GRANDE SFIDA 21 era “Se non fossi nato.. Sarei un oceano disperso”, parole cariche di significato con le quali il poeta Pasquale Colella, ospite di un centro diurno, ci svela il mistero dell’esistenza e che rappresentano il tema cardine dei lavori in gara.

Una prova che i centri per l’integrazione sociale di Vigo e Bonavicina hanno saputo affrontare magistralmente ottenendo:  il primo, una menzione speciale per la colonna sonora “Il cerchio della vita”; il secondo, il tanto agognato primo premio con un corto della durata di 6 minuti dal titolo “Sono nato: un oceano dai tesori nascosti”.

Oltre ai video, la giornata è stata arricchita dalle foto del concorso “Altri Click”, giunto ormai alla 4° edizione, dove l’ospite Sonia Brasey, appassionata da sempre di fotografia, porta a casa il terzo posto tra gli applausi e i complimenti di tutti i partecipanti con l’opera “Stecche di nuvole colorate”.

Uno strepitoso successo è quello ottenuto dalla Cooperativa Sociale Emmanuel che ci ha reso entusiasti e carichi per tutte quelle sfide che ci attendono in futuro.

Un concorso che nel suo piccolo aiuta a superare le differenze; testimonianze importanti che, grazie al bellissimo tema scelto, hanno fatto riflettere sul valore unico e prezioso di ciascuna vita.